maggio 21, 2017

Miniere e Laghetto Rosso

Prima di intraprendere il sentiero per il fortilizio del Giogo, sul lato sinistro si trova un sentiero segnato che conduce nella vallata di una delle cave di estrazione e giunge fino al Laghetto delle Conche, con la sua particolare e spettacolare colorazione rosso sangue, conferita dall’ematite, detta anche “pietra sanguigna”,  che va a sciogliersi con l’acqua piovana. Si tratta di un luogo suggestivo, di rara bellezza, nascosto nel Parco Minerario dell’Isola d’Elba situato presso Rio Albano; qui si trovano i segni di un’attività estrattiva che ha dato lavoro agli abitanti del luogo dal 1940 al 1970 con coltivazione del minerale sia a cielo aperto sia in galleria (principalmente ematite e limonite).

Per una visita più approfondita del Parco Minerario (ingresso a pagamento) è possibile salire sul trenino a Rio Marina. Al momento molti volontari si stanno adoperando per aprire un nuovo sentiero che, iniziando dall’Anfiteatro delle Miniere, attraversi una parte della zona mineraria e conduca all’innesto nel sentiero GTE (Grande Traversata Elbana).